Visto che ci stiamo abbuffando… Comunichiamo “di gusto”. Il fenomeno dei Food-Blogger

foodbloggerStiamo mangiando più del solito con le feste nel loro vivo. Mi sembrava questo il momento giusto per parlare quindi di Cibo e Comunicazione.

Quando è importante la comunicazione nell’area food?Molto. Così ha sentenziato l’Arga Toscana in occasione della 43° Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco.

Non solo perchè, lo sappiamo, una buona comunicazione pubblicitaria aiuta il mercato ma anche perchè, ormai, la comunicazione passa non più solamente attraverso le testate di settore ma, sempre di più, da Food-Blogger che sono seguiti come vere e proprie web-star. Proprio come i “postatori” di stile i Food-Blogger sono sempre più apprezzati perchè, non avendo “poteri forti” sopra le loro scelte risultano più autentici ed affidabili.

“L’informazione offerta dai blogger è importante” ha spiegato Simona Cherubini, blogger di punta di questo settore “e che si rivolge a un pubblico straniero multilingue”. Tra interventi di giornalisti come Silvana Grippi (deapress.it), Roberta Capanni, Chiara Tommasoli e altre blogger presenti la delegazione ha visitato la Mostra del Cigoli e assaggiato, giustamente, il famoso tartufo.

Il mondo dei Food-Blogger è vario. In America i ristoranti organizzano inaugurazioni speciali ed eventi solo per i Food-Blogger. Che scrivono gratis ma partecipano facendo pagare la loro presenza e il loro assaggio-visita.

Proprio perchè molte loro visite sono pagate dagli esercenti i Food-Blogger non parlano espressamente del cibo assaggiato dando recensioni, ma fanno respirare l’aria di un evento coperto raccontandone i dettagli più particolari.

La particolarità dei Food-Blogger è quella di trattare in egual misura ristoranti stellati che non di alta nomea. Possono parlare anche delle mode (culinarie) del momento avendo più libertà di azione. Friggitorie, antichi monasteri, o locali underground sono la stessa cosa.

Un bell’esempio di comunicazione questo, che vuol essere da esempio per chi, con l’avvento dei nuovi media, vuole trasformare la propria passione (culinaria) in un lavoro. Buon appetito e Buon Anno!

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

Rimani aggiornato con le ultime news direttamente sulla tua mail. Clicca qui e iscriviti alla newsletter.

mediaCommenti