Oggi la seconda giornata del Piemonte Brand Meeting

filmcommission_torinoDa ieri, e per la prima volta in Italia, un’istituzione come la Film Commission Torino Piemonte ha organizzato un evento interamente dedicato al Branded Content: un’occasione per conoscere nuovi possibili committenti per la produzione audiovisiva italiana e un innovativo strumento di marketing aziendale.

Come abbiamo visto in diversi casi, gli ultimi di Real Time e D Max, il Branded Content, che alcuni esperti di marketing indicano come il futuro della comunicazione pubblicitaria, supera la logica del Product placement e della Sponsorizzazione di contenuti già esistenti, e consiste in contenuti originali sviluppati a partire da temi e valori di comunicazione dei brand, e coprodotti da parte delle aziende, che diventano così editori e distributori. Tra le esperienze più recenti citiamo l’esperienza internazionale della Red Bull Media House – vera e propria società di produzione e distribuzione costola dell’azienda produttrice di energy drinks – e quelle italiane dei cortometraggi di Banca Intesa, Pasta Garofalo e Prada.

“Piemonte Brand Meeting” è un’iniziativa di Film Commission Torino Piemonte con il sostegno di Compagnia di San Paolo e la collaborazione di Labmedia di Alessandra Alessandri e di FIP Film Investimenti Piemonte. Nata dall’esperienza di 4 anni del “Piemonte Doc Meeting” – a sua volta matchmaking tra produzione documentaristica piemontese e reti televisive italiane – ha l’obiettivo di far incontrare il mondo dell’audiovisivo italiano (reti televisive e produttori) con quello delle imprese nazionali e locali. Il Piemonte Brand Meeting si rivolge infatti sia ai responsabili della comunicazione e del marketing aziendale sia a produttori audiovisivi, con l’obiettivo di fertilizzare un dialogo e di favorire l’incrocio di linguaggi, competenze e obiettivi spesso ancora distanti.

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

Rimani aggiornato con le ultime news direttamente sulla tua mail. Clicca qui e iscriviti alla newsletter.

mediaCommenti