Da questa sera laEffe presenta la prima serie italiana di RED (Read Eat Dream)

red_laeffeA partire da questa sera alle 21.00 ha il via su laeffe (can. 50 DTT e tivùsat, 139 di Sky) la prima serie italiana firmata RED – Read Eat Dream, un viaggio, prodotto da YAM112003 per la tv di Feltrinelli, per esplorare le molteplici interpretazioni dell’arte culinaria italiana, in compagnia di quattro chef e delle loro personali e diverse visioni della convivialità e del gusto.

Un percorso che attraversa tutta la penisola per indagare il concetto di Cucina POP di Davide Oldani, il manifesto politico del “gastrofilosofo militante” Don Pasta, il viaggio dalla Puglia a EXPO del “cuoco contadino” Peppe Zullo, fino alla cucina futuristica, tra filosofia e scienza, di Davide Scabin.

 

Mercoledì 10 giugno, ore 21.00 –  Davide Oldani: Pop Food per tutti.

“Una cucina d’eccellenza alla portata di tutti”: è la cucina POP, ideata da Davide Oldani. Chef ma anche designer, imprenditore e maitre à penser, Oldani è l’uomo che ha rivoluzionato il concetto di cucina stellata. Un viaggio nelle sue giornate frenetiche tra la Brianza e l’EXPO, dividendosi tra lavoro, famiglia, eventi di business e momenti di riflessione, per raccontare l’anima POP della cultura culinaria italiana. Una filosofia raccontata anche nel suo ultimo libro POP FOOD (Feltrinelli, 2015), che ha inaugurato la collana RED di Giangiacomo Feltrinelli Editore.

 

Mercoledì 17 giugno, ore 21.00 – Don Pasta e la cucina anarchica.

Dj, cuoco politico, economista, anarchico e appassionato “attivista gastronomico”, Don Pasta parte da Napoli per un viaggio nel Sud Italia alla scoperta di storie, ricette, cucine e gastronomie tradizionali, per vivere la sua ricerca e diffondere il suo manifesto rivoluzionario a difesa della cucina italiana, contro tutto e tutti. Per raccontare – tra antropologia e passione per la frittura – cosa è rimasto e cosa è cambiato nella cucina e nella cultura del Bel Paese.

 

 

Mercoledì 24 giugno, ore 21.00 – Peppe Zullo, il cuoco contadino.

La sostenibilità della catena alimentare, il recupero delle tradizioni agricole, il rispetto della terra e la cura della stagionalità delle materie prime: sono i valori che stanno alla base della cucina biologica, strettamente connessa ai ritmi della natura, di Peppe Zullo: cuoco imprenditore ed ambasciatore di Slow Food, valori raccontati in un viaggio dalla sua azienda agricola nella campagna pugliese fino alla Milano di EXPO.

 

Mercoledì 1 Luglio, ore 21.00 – Davide Scabin, il futuro in cucina.

Una riflessione sul futuro dell’alimentazione con Davide Scabin, lo chef che ha portato la sua cucina nello spazio, l’inventore del cyber egg, una delle personalità più rivoluzionarie e innovative al mondo, con le sue rivisitazioni della cucina piemontese in chiave moderna e futurista, tra cibo del futuro, scienza e design gastronomico.

 

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

– News e Lavoro direttamente nella tua mail: Iscriviti alla newsletter
– Pubblica gratis un’offerta di lavoro nel campo della comunicazione: Clicca qui
– Segnala se questa posizione è chiusa: Clicca qui

mediaCommenti