Le Radio più ascoltate d’Italia – I dati aggiornati – Classifica

Sono stati pubblicati i dati d’ascolto Radio delle emittenti nazionali relativi al primo semestre mobile del 2017.

classifica_1sem2017


 

RTL 102.5 8.483.000
RDS 5.701.000
Radio Italia 5.257.000
Radio Deejay 5.232.000
Radio 105 4.952.000
Radio Rai 1 3.930.000
Virgin Radio 2.754.000
Radio Ral 2 2.699.000
Radio Kiss Kiss 2.424.000
Radio 24 2.144.000
R101 2.075.000
M2o 1.750.000
Radio Capital 1.644.000
Radio Monlecarlo 1.400000
Radio Rai 3 1.385.000
Isoradio 910.000
Radio Freccia 667.000

Le Superstation italiane più ascoltate

Radio Subasio 1.863.000
Radio Norba 916.000
Radio Margherita 716.000
Radio Bruno 708.000
Radio Kiss Kiss Italia 634.000
Discoradio 552.00
Radio Birikina 507.000
Radio Company 457.000
Radio Kiss Kiss Napoli 411.000
Radio Globo 374.000
Radio Marte 284.000
Radio Pitir Pan 277.000
Radio Sorrriso 189.000
Ciccio Riccio 157.000
Radio Nostalgia 142.000
Radio Studio Delta 139.000
Radio Bellla & Monella 137.000
Radio Cuore 133.000
Radio Manila 127.000
Radio Pico 122.000
Gamma Radio 113.000
Radio Reporter 111.000
Radio Padova 110.000
Radio Babboleo 109.000
Radio Suby 108.000

Il Commento di RTL 102.5

Inarrestabile e senza alcun precedente il successo di RTL 102.5, la prima radio italiana guidata da Lorenzo Suraci.  Sono usciti i dati relativi al primo semestre 2017 della nuova rilevazione commissionata da TER  (Tavolo Editori Radio) ed RTL 102.5 si conferma leader incontrastata con 8.483.000 ascoltatori nel giorno medio, staccando di quasi 3 milioni la seconda emittente nazionale.

“Quando ci siamo trovati di fronte a questi dati” – dichiara l’editore Lorenzo Suraci – “con la mia squadra abbiamo provato un sentimento senza pari: la felicità. Perché oggi più che mai sappiamo di condividere questa gioia con milioni di italiani. RTL 102.5 è la loro e la nostra famiglia radiofonica. Continueremo a lavorare con la stessa passione di sempre: onestà, professionalità e competenza sono gli ingredienti del nostro successo”.

Il gruppo RTL 102.5, che è composto anche Radio Zeta (697.000) e Radiofreccia (667.000), raggiunge  così una somma totale di 9.847.000 ascoltatori attestandosi tra i principali gruppi della radiofonia italiana.

Il commento di Radio Italia

I dati del 1° semestre della prima indagine d’ascolto del TER (Tavolo Editori Radio) certificano per Radio Italia 5.257.000 ascoltatori nel giorno medio collocando l’emittente di sola musica italiana al terzo posto nella classifica delle radio più ascoltate nel giorno medio e al secondo posto nel dato dei sette giorni con 16.240.000 ascoltatori.

Mario Volanti – Editore e Presidente Radio Italia: “Dire che siamo felici è riduttivo. Per la prima volta nella storia di Radio Italia vengono superati abbondantemente i 5 milioni di ascoltatori nel giorno medio e il dato di copertura nei 7 giorni è veramente entusiasmante. Evidentemente il lavoro svolto negli ultimi anni, la passione, la tenacia e la coerenza rispetto al progetto editoriale, ci hanno premiati. Ovviamente continueremo su questa strada, coscienti che la competitività è sempre maggiore e che, quindi, dovremo moltiplicare i nostri sforzi”.

Marco Pontini, Direttore Generale Marketing e Commerciale: “Un risultato estremamente positivo che conferma la bontà del lavoro svolto negli ultimi anni da tutte le persone che lavorano a Radio Italia. Dati che premiano la grande attenzione al palinsesto, la verifica costante della distribuzione sul territorio e tutte le attività di marketing e comunicazione come le partnership con i tour di alcuni dei più importanti artisti italiani (Vasco, Tiziano Ferro, Jovanotti, Cremonini…solo per citarne alcuni), i grandi eventi live come RADIO ITALIA LIVE – IL CONCERTO che quest’anno abbiamo proposto, oltre che a Milano, anche al Sud, a Palermo registrando un affetto e una partecipazione unici. Non dimentichiamo infine la nostra leadership sui social network – siamo la prima radio su Facebook- e la nostra capacità unica di raggiungere il pubblico attraverso la radio, la tv, il sito, i social, le app, gli eventi sul territorio”.

Il Commento di RadioMediaset

RadioMediaset (R101, Radio 105, Virgin Radio, Radio Subasio), cui fanno capo le attività radiofoniche del Gruppo Mediaset, si conferma primo Gruppo radio nazionale con il 17.5% di ascoltatori nel Quarto d’ora medio dalle ore 6 alle ore 24.

Il Quarto d’ora medio (AQH) è il primo indicatore di riferimento per il mercato pubblicitario poiché premia la qualità dei contenuti e attesta la fedeltà dell’ascolto.

 

Indispensabile precisare che si tratta di un dato non confrontabile con il passato, trattandosi della prima rilevazione effettuata dalla nuova Società costituita dagli Editori (TER) con diverse discontinuità: due Istituti di ricerca per il field, alcune differenze metodologiche e un periodo anomalo rispetto al passato (maggio-ottobre 2017 vs gennaio – giugno 2016).

 

L’altra importante novità riguarda il fatto che ai dati del reale ascolto radiofonico vengono sommati gli ascolti derivati dai canali televisivi delle emittenti stesse (per quelle che hanno attivo anche il canale tv) che nella precedente indagine venivano separati.

Dichiarazione di Paolo Salvaderi, Amministratore Delegato di RadioMediaset: “Siamo soddisfatti del risultato ottenuto dalle nostre emittenti che ci consente di consolidare una solida leadership nel comparto di riferimento.

Non credo sia corretto, in questo momento di costruzione della nuova ricerca, fare confronti con il passato e dare giudizi viste le tante differenze e discontinuità che caratterizzano questi nuovi dati.

Possiamo solo affermare di avere quattro brand forti con un grande potenziale di crescita”

 

 

DATI RADIOMONITOR Annuali 2016

RADIOASCOLTATEL’ingresso del gruppo RadioMediaset ha rafforzato ulteriormente le radio ex-Gruppo Finelco. Secondo questi dati il Gruppo l’Espresso è a 7.875.000 ascoltatori contro gli 8.970.000 delle radio del Biscione.

ULTIMI DATI RADIOMONITOR Annuali 2016

RTL 102.5 6.957.000

Radio Deejay 4.762.000

Radio 105 4.730.000

RDS 4.705.000

Radio Italia 4.397.000

Radio Rai 1  4.127.000

Radio Rai 2 2.968.000

Virgin Radio 2.369.000

Radio 24 2.032.000

Radio Kiss Kiss 1.965.000

R101 1.752.000

Radio Capital 1.643.000

Radio Rai 3 1.436.000

Radio Montecarlo 1.175.000

Totale Ascoltatori 35.504.000

LEGGI LA CLASSIFICA RELATIVA AL PRIMO SEMESTRE 2016

LEGGI LA CLASSIFICA RELATIVA AL SECONDO SEMESTRE 2016

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA COMPLETA DELLE 30 RADIO PIU’ ASCOLTATE IN ITALIA
(DATI ANNUALI E TREND)

————-

Sono online i dati Radio Monitor Eurisko sul secondo semestre 2015 e quelli relativi all’intero anno.

RTL 102.5 continua a essere in testa alla classifica con 6.863.000 ascoltatori nel giorno medio, con un aumento del 2% rispetto al semestre scorso.

RDS si posiziona a 4.661.000, perdendo un 2% rispetto alla precedente rilevazione

Segue Radio Deejay con 4.555.000 che registra un calo del 2,6%

Radio Italia supera Radio 105 al 4° posto con 4.531.000 non per una crescita evidente quanto per l’arretramento dell’ex Radio Studio 105 che, con 4.454.000 ascoltatori, cala del 2,8%.

Le reti Rai 1 e 2, arrivano a 4.196.000 e 2.999.000 ascoltatori raggiungendo il 6° e 7° posto.

A seguire Virgin Radio raggiunge 2.322.000 ascoltatori con un miglioramento dell’1,6.

Sale Radio 24 a 1.973.000 mentre Radio Kiss Kiss scende di quasi l’1% con collocandosi a 1.821.000 ascoltatori.

Capital registra un +2,3% con 1.695.000, seguita da M2O a 1.646.000 e R101 con 1.644.000, chesale di 76.000 ascoltatori.

14° posto per Radio 3 a 1.432.000, con RMC a seguire che cresce del 2% a 1.184.000 ascoltatori.

Ecco i commenti a caldo degli editori radiofonici:

Radio 105

I nuovi dati Radio Monitor, pubblicati da GFK e relativi al secondo semestre e all’intero anno 2015, evidenziano la straordinaria performance di Radio 105 nel quarto d’ora medio, proprio nella giornata celebrativa del suo 40esimo compleanno.

Infatti la graduatoria della fascia 6-24 (luglio-dicembre 2015) si modifica con il sorpasso di Radio 105, che supera RTL 102.5 e si posiziona al primo posto assoluto tra le radio nazionali.

Ma le buone notizie vengono anche dall’analisi dei dati relativi all’intero anno 2015.

Radio 105 realizza la migliore performance di crescita in valore assoluto, passando da 553.000 a 622.000 ascoltatori nel quarto d’ora medio, e mantiene la seconda posizione in graduatoria, riducendo drasticamente il gap con RTL 102.5 da cui la separano solo 12.000 ascoltatori nel quarto d’ora medio.

I grandi risultati di Radio 105 trainano l’ottima performance delle emittenti del Gruppo Finelco che confermano il trend di crescita degli ascolti rispetto all’anno precedente.

 

Radio 24

E’ un trimestre di grande soddisfazione quello messo a segno da Radio 24 da ottobre a dicembre 2015. La radio diretta da Roberto Napoletano nel 4° trimestre 2015 cresce sia negli ascolti dal lunedi al venerdi, registrando un incremento del 6,5% e sfiorando i 2.300.000 ascoltatori con uno share medio che sale dal 3% al 3,5%, sia nell’intera settimana, segnando un +5,5% e 2.030.000 ascoltatori nel giorno medio rispetto al 4° trimestre 2014. Risultati che registrano una delle migliori performance di ascolti di sempre. Grazie alle novità introdotte nel palinsesto a partire da ottobre 2015 cresce in maniera significativa anche l’ascolto della domenica segnando +18% rispetto al trimestre precedente.

 

Senza precedenti anche il dato di crescita del quarto d’ora medio, salito del 21% nel 4° trimestre 2015 rispetto allo stesso periodo del 2014. Si tratta di un dato particolarmente significativo in quanto indica la fedeltà d’ascolto del pubblico per l’emittente news and talk del Gruppo 24 ORE.

 

Numeri decisamente positivi che confermano l’apprezzamento del pubblico per il palinsesto di Radio 24 e che si accompagnano all’ottimo risultato di raccolta pubblicitaria, che nel 2015 arriva a doppiare l’andamento del mercato in crescita dell’8,8%, e all’utile operativo che per la prima volta risulta positivo.

Nella classifica dei network nazionali più ascoltati nel 2015 Radio 24 si conferma stabilmente al 9° posto.

 

“Siamo particolarmente soddisfatti che il lavoro costante sulla qualità informativa dei nostri Giornali Radio e dei grandi contenitori d’attualità, nella settimana e ora anche nel week end, sia riconosciuto dal pubblico dei radioascoltatori che ogni giorno ci sceglie e ci ascolta con grande fedeltà” commenta il Direttore di Radio 24 Roberto Napoletano che prosegue: “Un risultato raggiunto grazie ad una redazione e una squadra di conduttori che informano e intrattengono con competenza, passione e un tratto sempre originale nel proporre e raccontare i fatti di casa e del mondo”.

 

Radio DeeJay

Radio Deejay, con i suoi 4,6 milioni di ascoltatori nel giorno medio (RadioMonitor, totale anno 2015), cresce nel 2° semestre 2015 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente sia sul dato del giorno medio (+2,7%) sia soprattutto sul quarto d’ora medio (+14,1%). Deejay si afferma sempre di più come uno dei brand più seguiti in Italia se si considerano anche i valori sui propri profili nei social network, dove raggiunge il primato tra le radio con oltre 1,7 milioni di followers su Facebook e in particolare su Twitter dove ha superato i 2 milioni di utenti. Continua la leadership in Italia del suo sito internet (unica radio a rientrare tra le prime 100 posizioni dei siti italiani censiti da Audiweb), che rende Deejay.it un vero punto di riferimento per notizie musicali, intrattenimento, tendenze di costume, di sport e di tecnologia.

Dichiara Linus:

“Sono estremamente felice per questi dati”, ha commentato Linus, direttore artistico di Radio Deejay. “Il 2015 si chiude con un buon miglioramento rispetto all’anno prima, sia in termini di ascolti che di permanenza. Ma non è questo che fa la differenza. Continuo a vivere Radio Deejay come una meravigliosa e inarrivabile utopia. In un mondo che sceglie sempre di più l’appiattimento, la spersonalizzazione, se non la volgarità fine a se stessa, noi continuiamo il nostro percorso di qualità, di personalità e di ricerca. Sia musicale che di intrattenimento. Ed essere promossi dal pubblico è un grande segnale di speranza. Mi permetto di dire non solo per noi”.

Positivo l’andamento di Radio Capital che si mantiene attorno a 1,7 milioni di ascoltatori nel giorno medio (RadioMonitor 2° semestre 2015) e sale a 164 mila ascoltatori nel quarto d’ora (+5,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

In continuità i dati di m2o con quasi 1,7 milioni di ascoltatori sul totale anno 2015 e 118 mila ascoltatori nel quarto d’ora.

 

Articolo scritto da: Francesco Foderà

Francesco Foderà

Lavora per i media dal 2000 come consulente, giornalista, conduttore radio, autore teatrale e televisivo.

mediaCommenti