Fastweb, il nuovo piano in fibra ottica – Reportage

  fastweb_fibra_00Fastweb lancia e raddoppia con un piano che amplia la precedente operazione quadriennale.

L’operatore di telecomunicazioni ha presentato il nuovo piano in fibra ottica per portare 200 megabit al secondo al 50% della popolazione.
Raddoppia quindi la copertura della rete in fibra che arriverà a 13 milioni di famiglie in 500 città, entro il 2020, con una velocità che aumenta a 200 megabit e un totale d’investimenti pari a 500 milioni di euro.

Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb, ha dichiarato: “L’equazione di Fastweb equivale a un’ infrastruttura superiore a cui si aggiungono servizi innovativi per la massima soddisfazione dei clienti. E sono proprio loro, i clienti, i nostri primi sponsor rispetto a quanto avviene per i nostri competitor. Dimostrazione che la nostra è una mission forte. Abbiamo 41.000 km d’infrastruttura in fibra, ovvero quaranta volte la lunghezza dell’Italia, una potenza che vogliamo portare in tutte le città anche attraverso il servizio di WOWFI. Questa vera e propria community di clienti a sei mesi dal lancio del prodotto ha portato a un tasso di adozione del 20%, 1 GB di traffico medio mensile, 1.7 milioni di clienti con il servizio WOWFI e 800 città coperte entro il 2016”.

fastweb_fibra_02

Fastweb è la dimostrazione che in Italia eccellenza non vuol dire solo cibo e moda, l’azienda è leader nel mercato della banda ultralarga dove ha 650.000 clienti ovvero circa la metà del totale degli accessi a banda ultralarga.
Un posizionamento che Fastweb intende mantenere rafforzando la sua missione: dare la massima velocità internet al massimo numero di italiani ovunque si trovino.

Per questo le prime città collegate fino a 200 megabit al secondo saranno, dall’11 aprile, comuni di medie e piccole dimensione e quindi zone distanti da i grandi centri urbani. Si comincia da Arezzo, Viterbo, Riccione, Rimini, Trento, Massa, Pistoia, Caserta, seguite da nuove aperture in ogni mese successivo con l’obiettivo di arrivare a 1 milione di case raggiunte dai 200 megabit a fine 2016 e 13 milioni di case al 2020.fastweb_fibra_01

“Non dev’esserci un’Italia a due velocità” ha detto Calcagno, “per questo partiamo da comuni di media fascia poi passeremo alle più grandi per finire a upgradare tutta la rete esistente a oggi perché abbiamo a cuore lo sviluppo di questo paese”.

Al nuovo piano quadriennale si sono aggiunti negli ultimi due anni: il più avanzato Data Center d’Italia e una rete hot spot Wi-Fi di nuova generazione che permette ai clienti di avere accesso alla loro fibra sempre, anche in mobilità. Senza dimenticare la nuova 4G su cui migreranno i clienti mobili per fornire anche in mobilità un accesso internet alla massima velocità.

Velocità e potenza sono le parole chiave di Fastweb che non poteva scegliere testimonial migliore di Usain Bolt, l’atleta giamaicano, per diffondere i valori distintivi dell’azienda.

fastweb_fibra_03

Articolo scritto da: Raffaella Berardi

Raffaella Berardi

Articolista su Spettacolo e Web. Pugliese doc, divoratrice di libri, affamata di storie. Ricercatrice seriale di domande che le risposte non bastano mai.

mediaCommenti