5 modi in cui i Social Media hanno cambiato il modo di fare Business

social_businessSappiamo tutti perché sono nati i social network site: connettere le persone tra di loro.

Oggi è chiaro a qualsiasi utente che queste piattaforme sono dei veri e propri “tool” per il business e delle risorse a tutti gli effetti per le Aziende, le quali possono sempre più facilmente acquisire informazioni e connettersi con i propri o potenziali clienti in maniera unica.

Chiunque abbia intenzione di lanciare una propria attività, dovrebbe tenere bene a mente la potenza di questi canali perché sono i mezzi per preparare gli imprenditori al futuro.

Non è azzardato parlare di futuro, perché siamo soltanto agli albori di questa nuova forma di comunicazione. Le prime piattaforme di social networking non sono nate poi così tanto tempo fa, vi ricordate Myspace? Era appena il 2003 quando fu lanciato. Facebook? 2004. Twitter? 2006. Snapchat e Periscope? 2011 e 2015. Ci troviamo a nemmeno di 5 anni dal lancio di questi strumenti che hanno già lasciato un segno non indifferente nella nostra società, sia a livello interpersonale che professionale.

Queste piattaforme hanno rivoluzionato il nostro modo di fare business, partendo dalla targettizzazione dei potenziali clienti fino ad arrivare alla facilità con cui questi possono essere raggiunti.

In realtà i modi in cui i social media hanno cambiato il modo di fare business sono molto più di 5, ma per il momento elenchiamo i più significativi.

La targettizzazione – Questo penso che sia forse l’aspetto più rivoluzionario dei social network. Pensate che oggi le Aziende possono proporre il proprio prodotto direttamente al potenziale consumatore, evitando di perdere budget e tempo per cercare di raggiungere un target non indentificato. Tra tutti i social network quello che sta sviluppando sempre meglio la possibilità di targetizzazione nel dettaglio è proprio Facebook, che oggi vede ad esempio le maggiori compagnie finanziarie come Visa e Mastercard investire milioni di dollari l’anno per andare a beccare la “generazione y”, i millennials, per trasformarli in potenziali clienti.

Il marketing organico – I social network stanno portando anche a questo: la possibilità di fare marketing in maniera organica, ovvero senza un investimento economico. E’ doveroso non illudervi, Facebook è oggi a tutti gli effetti un “paid media”, senza investimento economico i prodotti non girano, ma è qui che entra in gioco la grande potenzialità (più banale) di questi social network: comunicare. Le Aziende possono fare marketing organico semplicemente entrando in contatto con i propri clienti in qualsiasi modo, un messaggio privato, un tweet, un tag, l’importante è interagire con il cliente, sia esso soddisfatto o meno del prodotto di cui parla sui social.

Paura del contraccolpo – Oggi i social network invitano le Aziende a comportarsi in maniera trasparente, cercando di interagire il più possibile con i propri clienti. Questo atteggiamento però può scaturire in molti anche tante paure, tra cui quella del contraccolpo.

Gli utenti dei social network sono tendenzialmente spietati, ma l’epic fail è sempre dietro l’angolo. Almeno una volta al mese ci imbattiamo nei post di alcune campagne diventate virali per una gaffe, tra le tante la più recente che mi ha colpito da amante dello sport è quella di Decathlon #LoFaccioPerché “in campo non servono libri”.

Cosa fare se si dovesse essere risucchiati in un vortice simile? Mai cancellare il contenuto e far finta che non sia mai uscito, ci sono migliaia di persone che avranno sicuramente fatto uno screenshot a tempo di record. La soluzione è semplice: trovate il modo e i toni appropriati per parlare e comunicare con i vostri utenti.

 

Servizio clienti – Rientra in parte nella sfera del marketing organico. L’Azienda ha la possibilità di entrare in contatto diretto con il proprio cliente, quale modo migliore per non mostrare la propria efficienza e coccolarsi l’utente?

 

 

Facilità nel comunicare – Pubblicare sui social network è davvero facile, considerate che solo su Facebook ogni minuto vengono pubblicati 2.46 milioni di contenuti. E’ facile e soprattutto è gratis! Cisco, una delle aziende leader nella fornitura di apparati di networking, è riuscita a risparmiare 100.000 dollari sul lancio di un nuovo prodotto rispetto ai precedenti canali di comunicazione tradizionali.

Importantissimo dire che, senza una presenza web di riferimento e di supporto come un sito web che includa anche una parte di blogging, i social network potranno portare beneficio all’Azienda solo in parte. E’ necessario avere una piattaforma dove poter creare contenuti che possano descrivere nel dettaglio ed enfatizzare le caratteristiche di un determinato prodotto, dove poter trovare quindi informazioni aggiuntive non presenti sui social e dove raccogliere quelle degli utenti che saranno dirottati attraverso le campagne di advertising sui social network.

Articolo scritto da: Marilea Biancorosso

Marilea Biancorosso

Social Media Strategist
Ha partecipato alla realizzazione di diversi casi di successo. Appassionata di Sport e pratiche di Networking studia senza tregua il mondo digitale.

mediaCommenti