Anteprima e Recensione – L’ #Inferno di Tom Hanks e Ron Howard è il migliore dei film tratti dai romanzi di Dan Brown

inferno04La ricerca del Graal ne Il Codice Da Vinci vi ha appassionato, gli intrighi  – a volte un po’ troppo surreali – di Angeli e Demoni hanno instillato in voi mille più uno dubbi sul Vaticano, ma il 13 Ottobre nelle sale esce Inferno. Le avventure del professor Langdon continuano in un viaggio rocambolesco per salvare il mondo da chi pensa che l’umanità non sia più degna di abitare il pianeta e così ci si ritroverà nuovamente a viaggiare seguendo l’ormai nota trama a “caccia al tesoro” che Dan Brown propone con l’efficacia ben consolidata e molto amata dal pubblico. Firenze, Venezia, Istanbul sono le nuove splendide cornici nelle quali Langdon e Sienna si ritrovano a correre, cercare, fuggire, riflettere. Il tutto, nel più classico stile “danbrowniano”.

inferno05

La resa cinematografica è spettacolare: effetti speciali efficaci, ma non troppo invasivi, una fotografia precisa ed evocativa ed una regia che rende la struttura narrativa molto realistica. Il pubblico viene colto di sorpresa da una prima parte molto dinamica e veloce: la narrazione è incalzante e c’è un crescendo di suspance che lascia lo spettatore con gli occhi fissi sullo schermo fino a che il protagonista non inizia a rimettere insieme i pezzi del puzzle che questa volta gli è stato proposto. Una prima parte che si guarda quasi senza prendere fiato per via della continua ed incessante gragnola di colpi di scena. Lo spettatore dalla metà può ricominciare a “respirare” per via delle scene investigative a cui ormai siamo abituati. Poi con il susseguirsi delle scene ancora colpi di scena, per un finale che, al solito di Dan Brown, divide tra “riflessivi” e “affascinati”.

inferno02

Una nota interessante delle trasposizioni cinematografiche dei romanzi fanta-storici dello scrittore statunitense è che anche questa volta i lettori che andranno in sala non resteranno delusi dalla trasposizione cinematografica del libro. Ancora una volta il binomio tra regia cinematografica ed autore del libro è riuscito nell’ardua impresa di soddisfare anche i bibliofili più scettici, complice l’estrema cura di ogni dettaglio della pellicola di Ron Howard e della mastodontica produzione (talmente in linea con lo spirito del film che sarà distribuito in 666 copie, un dettaglio calzante ed intrigante). Tom Hanks non si smentisce. La sua interpretazione è convincente anche nelle numerose scene di azione. Il calibro della sua professionalità è sempre un valore aggiunto ai film tratti dai best seller di Dan Brown. In sintesi Inferno è un film da non perdere per gli estimatori del genere e per chi vuole immergersi per due ore in un mondo di avventura, storia, arte e mistero.

Articolo scritto da: Laura Laportella

Laura Laportella

mediaCommenti