Stasera “Marte” su National Geographic – La serie di Ron Howard

marte_natgeoUn viaggio sul pianeta rosso, tra scienza e fantascienza in una nuova serie televisiva prodotta dai premi Oscar Ron Howard e Brian Grazer.

In onda su National Geographic (canale 403 di Sky) il martedì alle 20:55 dal 15 novembre 2016, Marte si sviluppa tra il presente e un ipotetico futuro, il 2033, tra rappresentazione cinematografica e realtà scientifica, unendo gli elementi di un film (ambientato nel 2033) a interviste a scienziati e personaggi contemporanei a vario titolo coinvolti nella ricerca spaziale.. Un evento globale che sarà proposto dai canali National Geographic di 171 paesi del mondo in 45 lingue diverse

Siamo nel 2033 e lo sbarco dell’uomo su Marte sta per diventare realtà. Mancano 90 secondi all’ammartaggio e l’equipaggio della navicella Daedalus è pronto a questo momento storico per l’umanità. Si tratta di un equipaggio internazionale composto da sei astronauti attentamente selezionati: il comandante Ben Sawyer (Ben Cotton, Battlestar Galactica: Blood and Chrome), la pilota coreana Hana Seung (Jihae) la cui sorella gemella fa parte della squadra di controllo a terra con base a Londra, l’idrologo e geochimico spagnolo Javier Delgado (Alberto Ammann, Narcos), la fisica e biochimica francese Amelie Durand (Clementine Poidatz, Profiling), l’ingegnere meccanico nigeriano Robert Foucault (Sammi Rotibi, Batman v Superman: Dawn of Justice) e l’esobiologa e geologa russa Marta Kamen (Anamaria Marinca, Fury).

Muniti della più avanzata tecnologia, questi astronauti dovranno stabilire la prima colonia su Marte.

Ma Marte non è solo finzione: la serie annovera interviste ad alcune delle menti più brillanti del mondo scientifico che stanno lavorando alla conquista del  Pianeta rosso. Tra questi Elon Musk, fondatore di SpaceX, l’azienda aereospaziale statunitense che sta lavorando allo sviluppo di tecnologie che riducano i costi dell’accesso allo spazio, Charles Bolden, amministratore delle NASA e ex astronauta, James Lovell comandante dell’Apollo 13, Jennifer Trosper, mission manager di Mars2020, e Andy Weir autore di The Martian.

Nel cast tecnico anche un’italiana, la costumista Daniela Ciancio (La grande bellezza, Il Divo, Il pranzo della domenica, Maradona la mano de Dios), vincitrice di due David di Donatello rispettivamente per Il resto di niente e La grande bellezza.

La serie vanta inoltre una colonna sonora d’eccezione, firmata dal frontman dei Bad Seeds Nick Cave e da Warren Ellis.

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

– News e Lavoro direttamente nella tua mail: Iscriviti alla newsletter
– Pubblica gratis un’offerta di lavoro nel campo della comunicazione: Clicca qui
– Segnala se questa posizione è chiusa: Clicca qui

mediaCommenti