Anteprima – “Mamma o Papà?” a San Valentino al cinema con Cortellesi e Albanese

mammapapaDal 14 febbraio arriva nei cinema il nuovo film di Riccardo Milani, Mamma o Papà.
Protagonisti Paola Cortellesi e Antonio Albanese affiancati da un ricco cast artistico Anna Bonaiuto, Carlo Buccirosso, Roberto De Francesco, Stefania Rocca, Claudio Gioè, Luca Angeletti. Matilde Gioli. E con i giovani Luca Marino, Marianna Cogo e Alvise Marascalchi.
La storia è quella di Valeria e Nicola che dopo quindi anni di matrimonio decidono di divorziare in maniera civile.
Apparentemente, nonostante la difficile decisione, non sembra profilarsi una tragedia all’orizzonte. L’amore finisce, non tutte le storie sono destinate al per sempre, e succede di riuscire a fermarsi in tempo e salvare il salvabile. Nicola e Valeria sono d’accordo su tutto: alimenti, casa, affidamento congiunto dei tre figli a cui non resta che dare la notizia.
Ma a questo punto il destino ci mette lo zampino e scompiglia i piani così ben definiti.
A Nicola, professione ginecologo, viene offerta la possibilità di trasferirsi per alcuni mesi all’estero e cogliere l’occasione di lavoro che aspettava da anni. Stessa cosa succede a Valeria, ingegnere capo cantiere, a cui viene fatta la proposta lavorativa della vita.

mammapapa_02
Valeria però, fedele fino all’osso al suo ruolo di moglie/amica, decide di lasciare a Nicola la possibilità di partire mentre lei resterà a casa ad occuparsi dei ragazzi e continuerà con il suo lavoro di sempre.
Nemmeno a dirlo, dopo un brevissimo e inutile batti e ribatti, Nicola accetta subito la proposta della sua futura ex- moglie.
Cosa fatta? Sembra di si e invece no. Valeria scopre che Nicola ancora prima di firmare le carte del divorzio ha deciso di andare oltre ed ha già intrapreso una relazione parallela con una giovane e procace infermiera.
A questo punto fuori tempo massimo e solo perché ferita Valeria si chieda: perché devo rinunciare al mio sogno e farmi ancora da parte?
Scatta la vendetta e chi finisce per pagare il conto salato del divorzio? Naturalmente i figli la cui custodia potrebbe andare a mamma o papà secondo la preferenza che i tre accorderanno all’uno o all’altro. A questo punto scoppia una guerra senza esclusioni di colpi che porta, tra le altre cose, Valeria a ridicolizzarsi e ridicolizzare la figlia ad una festa per adolescenti, Nicola a portare sua figlia in un club di spogliarelliste, e via così. Mamma e papà nel film di Milani si fanno la guerra per la ragione opposta a quello che normalmente accade alle famiglie che stanno attraversando la fase del divorzio: nessuno di loro vuole occuparsi dei figli diversamente da quanto accade di solito.

mammapapa_01

Nicola e Valeria si comportano da ragazzini irresponsabili rifiutando il loro ruolo di genitori poiché mossi solo dal desiderio di realizzare ognuno il proprio obiettivo. I figli diventano quindi l’ostacolo al raggiungimento del sogno, il mezzo per vendicarsi del coniuge. Costretti a scegliere tra mamma e papà, desiderosi solo di vederli far pace, Mattia, Viola e Giulietto si troveranno di colpo a dover crescere per sopravvivere alla vita d’inferno a cui li costringono i loro capricciosi genitori.
Quella che vuole essere una commedia con aspirazioni comiche, nonostante l’importante cast, si traduce in un susseguirsi di situazioni sempre uguali tra loro e sorrisi dal gusto amaro con un finale più o meno scontato dove il colpo di scena finisce col rendere tutto ancora più avvilente.
Viene da chiedersi se era proprio necessario un film che parla in questo modo della famiglia mostrandoci una realtà sin troppo conosciuta e per niente edificante per chi la vive e per chi la guarda.

Articolo scritto da: Raffaella Berardi

Raffaella Berardi

Articolista su Spettacolo e Web. Pugliese doc, divoratrice di libri, affamata di storie. Ricercatrice seriale di domande che le risposte non bastano mai.

mediaCommenti