Apple Pay arriva nei Mondadori Store

applepayMondadori Store, il più esteso network di librerie in Italia, da oggi introduce nei propri punti vendita la possibilità di usare Apple Pay, un modo facile, sicuro e privato di effettuare pagamenti.

Apple Pay è disponibile nei Mondadori Store delle principali città italiane.

 

Mondadori Store può offrire in questo modo ai propri clienti una shopping experience ancora più gratificante e innovativa, semplificando la fase di acquisto e migliorando i tempi di chiusura della transazione, che avviene in pochi secondi avvicinando il proprio iPhone al lettore.

 

Sicurezza e privacy sono i punti cardine di Apple Pay. Quando si utilizza una carta di credito o di debito con Apple Pay, i numeri di carta non vengono memorizzati sul dispositivo né sui server Apple. Viene invece assegnato un Numero account specifico per il dispositivo, criptato e salvato in sicurezza nel Secure Element del proprio device. Ogni transazione è autorizzata con un codice di sicurezza dinamico univoco.

 

Apple Pay è facile da configurare e gli utenti continueranno a usufruire di tutti i vantaggi offerti dalle carte di credito e di debito. Nei negozi, Apple Pay funziona con iPhone SE, iPhone 6 e versioni successive e Apple Watch.

 

Lo shopping online nelle app e sui siti web che accettano Apple Pay è semplice: grazie al Touch ID, per il pagamento basta un tocco, e non serve compilare manualmente lunghi moduli o reinserire continuamente le informazioni per la spedizione e la fatturazione. Per gli acquisti di beni e servizi da mobile attraverso app o Safari, Apple Pay supporta iPhone 6 e versioni successive, iPhone SE, iPad Pro, iPad Air 2 e iPad mini 3 e successivi. È possibile inoltre utilizzare Apple Pay su Safari da qualsiasi Mac introdotto dal 2012 con MacOS Sierra e confermare il pagamento con iPhone 6 o successivi, con Apple Watch o con Touch ID sul nuovo MacBook Pro.

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

Rimani aggiornato con le ultime news direttamente sulla tua mail. Clicca qui e iscriviti alla newsletter.

mediaCommenti