Chi era Oscar Mammì, autore della legge su Radio e TV

oscarmammiOscar Mammì si è spento dopo una lunga malattia all’età di 90 anni. E’ ricordato soprattutto per la prima legge organica sull’emittenza radiotelevisiva scritta da Ministro delle Poste e delle Telecomunicazioni dal 1987 al 1991.

Deputato per quasi 25 anni dal 1968 al 1992 oltre che ministro negli anni di piombo e poi in quelli del pentapartito, divenne sottosegretario all’Industria e commercio nel II governo Rumor e nel governo Colombo, poi ministro per i Rapporti con il Parlamento nel I e II governo Craxi, oltre che ministro per le Poste e Telecomunicazioni nei governi Goria, De Mita e nel VI governo Andreotti.

Nel 1990 Mammì presentò la legge che sancì la divisione fra reti pubbliche e private, consolidando il duopolio di Rai – Fininvest. Al momento dell’approvazione, le proteste furono molte, secondo gli oppositori la normativa, soprannominata legge Polaroid, si limitava a legittimare la situazione anomala preesistente, facendo un favore a Silvio Berlusconi che possedeva tre reti televisive nazionali.

Nato a Roma, laureato in economia e commercio, Mammì era suocero del critico cinematografico e autore televisivo Marco Giusti. Nel 2005 a 78 anni compiuti debuttò come attore nella fiction di Rai Tre, “Walter e Giada. I migliori anni della nostra vita“, ispirata al romanzo “I promessi sposi“.

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

– News e Lavoro direttamente nella tua mail: Iscriviti alla newsletter
– Pubblica gratis un’offerta di lavoro nel campo della comunicazione: Clicca qui
– Segnala se questa posizione è chiusa: Clicca qui

mediaCommenti