Radio 24 i nuovi palinsesti – Reportage

Radio24-copertinaUn palinsesto rinnovato quello di Radio24 che per la prossima stagione promette più informazione e presenta i nuovi conduttori che affiancheranno le voci note nel segno di un autunno più ricco in cui l’autorevolezza dei contenuti fa la differenza.

Si parte il 4 settembre con una programmazione più ampia e rafforzata nell’intera fascia del mattino con due obiettivi: confermare l’ottimo ascolto nella fascia dalle 6.30 alle 9.00 e incrementare l’ascolto tra le 9.00 e le 12.00.
Nel fine settimana spazio a un approccio più leggero e fresco ma sempre limpido e brillante per parlare di interessi e passioni che dettano il ritmo della vita degli ascoltatori di Radio24.

“Per il nuovo palinsesto abbiamo lavorato su due direttrici” spiega il vicedirettore esecutivo di Radio 24 Sebastiano Barisoni, “la mattina e il fine settimana nell’ottica di proporre in misura maggiore trasmissioni piacevoli all’ascolto mantenendo il valore del contenuto, tratto distintivo di Radio 24”.

R24-2

Spazio quindi al nuovo mattino di Radio 24 con Luca Telese e le hard news di politica, economia, attualità e grandi temi sociali, nel programma 24 Mattino in onda dalle 6.30 del mattino. Un viaggio quotidiano nell’informazione di quelle notizie intorno a cui girerà la giornata politica che secondo Telese “bisogna trovare il modo di dare al mattino presto per chi è già sveglio e quindi, con tutta probabilità, non ha visto i talk show di seconda e terza serata”.

Alle ore 9.00 si passa alle soft news in compagnia di Alessandro Milani e Veronica Gentili che con Funamboli, in onda fino alle 11.00, raccontano un paese in continuo movimento alla ricerca dell’equilibrio: l’Italia.
“I funamboli” racconta Milani, “siamo noi, sono tutte quelle categorie che costruiscono giorno per giorno un paese camminando. Racconteremo l’Italia attraverso i funamboli italiani che vanno avanti ogni giorno e lo faremo grazie anche allo sguardo laterale quello di un giornalista autorevole che sarà con noi, Guido Baldo”.
Guido Baldo alias Leonardo Manera, attore comico, si presenta come il giornalista che ha fondato il nuovo e indipendente giornale Il Leccaculo consapevole che “in Italia per sopravvivere bisogna far felici tutti” ma chiusa la parentesi ironica Manera sottolinea l’importanza oggi di “legare l’umorismo a quello che ci succede intorno” animando un dibattito che secondo la co-conduttrice Gentili, “si può avere con una dialettica che ci faccia uscire arricchieti e divertiti dalla conversazione a dispetto di quello che accade nei talkshow italiani. Con Alessandro è stato possibile far questo, trovare un confronto per poter raccontare punti di vista diversi. È questa la sfida che dobbiamo affrontare adesso”.

R24-6

Dalle 11.00 alle 12.00 la mattina di Radio 24 continua con Due di Denari e il duo Debora Rosciani e Mauro Meazza giornalista del Sole 24 Ore che sottolinea l’importanza di “stare sul pezzo e accanto alle necessità quotidiane non solo dei professionisti ma di tutti noi”.
Dalle 12 in poi la programmazione prosegue con le trasmissioni conosciute al grande pubblico: Melog, con Gialuca Nicoletti, Tutti Convocati con Carlo Genta e Pierluigi Pardo, Il Falco e il Gabbiano con Enrico Ruggeri, la Versione di Oscar con Oscar Giannino, Focus Economia con Sebastiano Barisoni, e La Zanzara con Giuseppe Cruciani e David Parenzo.
L’informazione si arricchisce con 16 finestre informative, spazi di analisi e inchieste, viaggi e reportage, gli speciali dedicati ai grandi eventi e la conferma di due importanti momenti di approfondimento dell’attualità con Effetto Giorno condotto da Simone Spetia alle 13.00 ed Effetto Notte di Roberta Giordano alle 21.00.

Nel weekend la grande novità si chiama Mangia come parli in onda al sabato con una coppia speciale, lo chef stellato Davide Oldani e il conduttore Pierluigi Pardo in versione gourmand.
“Io e Oldiani siamo amici e si vede, uno cucina troppo e l’altro mangia troppo” ha scherzato Pardo, “è un’esperienza molto, molto, stimolante e non vedo l’ora di cominciare. Sarà un mix di competenza e leggerezza”.
Un programma di cucina che intende andare controcorrente preferendo la semplicità alle luci da palcoscenico per raccontare con competenza e un pizzico d’ironia il mondo della ristorazione, i piatti e gli ingredienti che li compongono, ed elargire consigli gastronomici e culinari normali per persone normali che alla spettacolarizzazione del cibo preferiscono la qualità.
“Volevamo raccontare la cucina senza tirarcela” commenta il vicedirettore esecutivo di Radio 24 Barisoni, “non volevamo fare i fighetti della situazione e per questo abbiamo scelto Oldani al fianco di Pardo perché ha deciso di uscire un po’ dai canali televisivi e le sue saranno spiegazioni semplici senza nessuna ricetta articolata per tener fede al titolo e all’anima del programma”.

R24-5

Quando si parla di cibo non si può trascurare la salute e la voce del benessere di Radio 24 è quella di Nicoletta Carbone che nel programma La Bufala in tavola insegnerà agli ascoltatori come difendersi dalle bufale di cui il mondo dell’alimentazione è pieno, dal piatto al web: “Autorevolezza, divulgazione, sinergia, tutoriale e video, avremo tutto quello che serve per stare bene e fare scelte consapevoli. Dobbiamo imparare a prenderci cura in modo scientifico e affettuoso di noi e del nostro corpo. Gusto, salute, ricchezza del territorio, saranno le nostre bussole per smascherare le bugie nel piatto. La salute non è tutto ma senza la saluto il tutto è nulla, dobbiamo ricordarcelo sempre”.

La domenica è invece affidata a Maria Latella con il suo Nessuna è perfetta e alla coppia Federico Taddia e Matteo Bussola che ci guidano alla scoperta del mondo dei papà moderni con Padrieterni. Uno sguardo su un mondo poco conosciuto, un’esperienza nuova che Taddia così descrive: “Io e Matteo abbiamo cinque figli in due e tenteremo di parlare dei padri nuovi, sostanzialmente incasinati ma che vogliono esserci. Siamo i primi a trattare questo argomento in modo nuovo e sarà una bella sfida”.

Nel weekend confermati gli appuntamenti con lo sport in compagnia di Giovanni Capuano, con la musica di Gegè Telesforo e i suoi ospiti internazionali in diretta, con la recitazione insieme a Pino Insegno, e con le buone storie di Si può fare condotto da Alessio Maurizi.

A completare la nuova stagione la maggior valorizzazione sul fronte multimediale con il sito www.radio24.it che si arricchisce di nuovi contenuti speciali, video e approfondimenti, e la possibilità di entrare in contatto con degli esperti, e il Master Radio Content & Management che raddoppia il successo dello scorso anno con la proposta  full time per neo laureati e la versione part time per i più giovani già inseriti nel mondo del lavoro.

Radio 24 libera la voglia di fare, recita il claim. Sarà vero?
Agli ascoltatori l’ardua sentenza.

Articolo scritto da: Raffaella Berardi

Raffaella Berardi

Articolista su Spettacolo e Web. Pugliese doc, divoratrice di libri, affamata di storie. Ricercatrice seriale di domande che le risposte non bastano mai.

mediaCommenti