Domani su TV8 #MaratonaLadyD per ricordare Lady Diana

ladydianaPer ricordare l’indimenticabile Principessa del Popolo, a 20 anni dalla sua prematura scomparsa, TV8 – al tasto 8 del telecomando – trasmette sabato 2 settembre a partire dalle 14.15 una maratona che comprende: per la prima volta in chiaro il documentario Lady D: le verità nascostea seguire la prima visione assoluta di Lady Diana: la verità e infine la prima visione in chiaro di Diana & i paparazzi.

Lady D: le verità nascoste propone un viaggio inedito attraverso la vita della Principessa Diana. Un ritratto intimo, raccontato dalla sua stessa voce nelle interviste segrete registrate nel 1991 dal giornalista Andrew Morton, che sta scrivendo la sua biografia. Il documentario contiene molte registrazioni mai andate in onda da cui emerge la profonda differenza tra la Diana pubblica e quella privata, è lei stessa a raccontare dell’emozione del giorno delle nozze, della depressione post partum e della bulimia.

La Mercedes S280 è al centro del film Lady Diana: la verità, il dossier rivela che prima di arrivare all’Hotel Ritz quell’auto era stata rubata e in seguito ritrovata danneggiata. Destinata alla rottamazione in realtà la Mercedes tornò nuovamente su strada e, aggiustata da uno sfasciacarrozze, venne acquistata da un’agenzia di noleggio che lavorava per il Ritz. Nonostante i vari allarmi continuò ad essere utilizzata fino a segnare tragicamente il destino di Lady Diana.

Diana & i paparazzi, infine, esplora la relazione di amore e odio tra la Principessa e i fotografi che per anni l’hanno seguita passo passo tanto da farla diventare la donna più ricercata e fotografata al mondo. Il film contiene le testimonianze di persone vicine a Lady D che rivelano come lei stessa si divertisse ad usare la stampa per i propri scopi, assicurandosi che le foto rafforzassero la sua immagine di “Principessa del Popolo”. Molte delle storie sono raccontate per la prima volta e contengono anche curiosità sulle foto più iconiche che in questi 20 anni la gente ha continuato a guardare e ad amare.

Perseguitata dai media e adorata da una nazione che vedeva in lei la protagonista di una favola romantica, Diana si trovò completamente impreparata alla fama che la investì e che fu la causa del terribile incidente del tunnel dell’Alma il 31 agosto 1997.

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

– News e Lavoro direttamente nella tua mail: Iscriviti alla newsletter
– Pubblica gratis un’offerta di lavoro nel campo della comunicazione: Clicca qui
– Segnala se questa posizione è chiusa: Clicca qui

mediaCommenti