Chef Rubio “Cucina in tutti i Sensi” usando la Lingua dei Segni Italiana (LIS)

cucinatuttisensiLa Cucina in tutti i Sensi di Chef Rubio apre oggi con una sfiziosa e croccante Tempura di VerdureE’ questa la prima video-ricetta inclusiva online che fa da entrée alla terza edizione della web-serie di pietanze raccontate in Lingua dei Segni Italiana (LIS) dal celebre cuoco tatuato della TV italiana. E da quest’anno accessibili anche a un pubblico con disabilità visive grazie all’integrazione di screenreader che traducono le immagini in audio.

Dall’11 settembre 2017, per quattro lunedì, sul sito www.chefrubio.it lo Chef è ai fornelli con una brigata sempre più allegra e sempre più integrata: oltre alla LIS coach, l’istruttrice e attrice sorda Deborah Donadio (dell’Istituto Statale Sordi di Roma ISSR) – già presente nella scorsa edizione – quest’anno si unisce la Sous Chef ipovedente Serena Sacco (de L’Altro Spazio di Bologna).

Il menù di questa nuova edizione lo decide il super ospite Oney Tapia, campione paralimpico della FISPES, nonché vincitore della scorsa edizione di ‘Ballando con le Stelle’, nell’insolito ruolo di lanciatore di richieste culinarie.

Dall’antipasto al dolce, Chef Rubio e il suo team di cucina fanno di tutto per accontentare le richieste dell’atleta non vedente, proponendo pietanze facilmente replicabili e accessibili a tutti, nessuno escluso. Soprattutto a coloro che vogliono avvicinarsi alla cucina con umiltà e mettere alla prova le proprie superAbilità gastronomiche.

I piatti proposti sono: Tempura di verdure, Pasta alla Norma, Tartarre di Manzo, Apple Pie.

‘Con questa produzione – spiega Chef Rubio – abbiamo voluto mettere in atto un ulteriore esempio d’integrazione in cucina. Con il gruppo di lavoro si è provato a dosare il parlato, il segnato e l’audio per restituire un prodotto democratico, che sia piacevole per un pubblico sempre più vasto, con e senza abilità sensoriali’.

Cucina in tutti i Sensi è prodotta e ideata da Tumaga, la società di produzione indipendente fondata da Chef Rubio .

La produzione esecutiva è di REC TV, società torinese con esperienza in soluzioni audiovisive inclusive e custom-made.

La realizzazione è: in collaborazione con Istituto Statale Sordi di Roma (ISSR) e L’Altro Spazio – Art gallery/Bar/Ristorante accessibile di Bologna. Con il contributo di Excelsa e Peroni. Con il supporto di Fispes e Aran Concept Store di Roma Gregorio VII; con l’assistenza del foodstylist Bruno Settimi e della sua società di servizi Basilico.

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

Rimani aggiornato con le ultime news direttamente sulla tua mail. Clicca qui e iscriviti alla newsletter.

mediaCommenti