L’impegno di Sky per la “Settimana della Memoria”

skymemoriaDue produzioni originali, film inediti, testimonianze e altre iniziative, che proseguiranno anche durante tutto l’anno, per ricordare e far ricordare. In occasione della Giornata della Memoria – nell’80° anniversario della promulgazione delle leggi razziali in Italia – Sky sceglie di percorrere un viaggio nella memoria storica di quegli anni, per sensibilizzare anche le nuove generazioni. Perché solo attraverso la consapevolezza del passato si può leggere il presente e costruire il futuro. Il primo documento che Sky propone è “Tutto davanti a questi occhi”, una produzione originale Sky e Palomar, realizzata e diretta da Walter Veltroni, in cui Sami Modiano, uno dei sopravvissuti del campo di sterminio di Auschwitz Birkenau, racconta la sua tragica storia. Modiano, oggi ultraottantenne, si interroga sul perché lui, proprio lui, sia sopravvissuto all’orrore e rivela come proprio il testimoniare, specie ai più giovani, sia la risposta alla domanda che angoscia la sua vita dal 1945. In ragione del valore e del significato civile della testimonianza di Modiano, Sky, Rai, Mediaset e LA7 hanno concordato che “Tutto davanti a questi occhi” venga trasmesso nella serata del 27 gennaio oltre che da Sky anche da Rai 3, Iris e LA7. È la prima volta che questo accade. Il documentario verrà presentato in anteprima stasera all'Auditorium di Roma alla presenza del Presidente della Repubblica. Su Sky sarà in onda sabato 27 gennaio alle 21 su Sky TG24 HD e Sky Cinema Hits HD. 
Sky prova a far luce per la prima volta su ciò che accadde in quegli anni anche nel mondo dello sport, con “1938 – Lo sport italiano contro gli ebrei”, a cura di Matteo Marani, in onda su Sky Sport 1 HD alle 18 e a mezzanotte di sabato 27 gennaio. Si parte dal 18 settembre di quell’anno: quella che avrebbe dovuto essere una normale domenica di pallone, la prima giornata del campionato di Serie A, passa tragicamente alla storia per il discorso sulla razza pronunciato da Benito Mussolini a Trieste, che sancisce di fatto l’entrata in vigore delle leggi razziali nel nostro Paese. L’inchiesta va alla ricerca e alla scoperta di documenti mai analizzati prima e racconta le tragiche e poco note vicende che hanno scandito la storia dello sport italiano 80 anni fa.

Altri contenuti dedicati alla Shoah saranno proposti durante tutta la giornata e nei giorni precedenti e successivi alla ricorrenza. Sarà dedicata alla Shoah la serata di sabato 27 gennaio di Sky Arte HD. Dalle 20.15 “Primo Levi e le sue storie. 30 anni dopo”, di Thierry Bertini e a cura di Arianna Marelli, ricostruisce la tragedia attraverso letture, interviste allo stesso Levi e l’uso di materiali d’archivio con interventi di Walter Cronkite, l'anchorman della CBS che fu corrispondenteal processo di Norimberga, Yakov Vinnichenko, uno dei primi soldati dell'Armata Rossa ad entrare ad Auschwitz, e Benjamin Ferencz, uno dei procuratori americani a Norimberga. A seguire, dalle 21.15, il documentario di Arte France “Auschwitz – il museo della
memoria”, attraverso le testimonianze di alcuni sopravvissuti e attraversando i terribili
campi di lavoro e sterminio di Auschwitz 1 e Auschwitz 2 Birkenau, racconta la nascita del Museo di Auschwitz e la responsabilità della memoria. Dalle 22.15, andrà in onda “Il diario di Anna Frank – la sorella segreta” e dalle 23.15 il documentario di Sky Sport “1938 – Lo sport italiano contro gli ebrei”.

“La segretaria di Goebbles” è il documentario che History HD propone venerdì 26 gennaio alle 21.00. Nata e vissuta a Berlino, Brunhilde Pomsel aveva appena compiuto 22 anni quando, nel 1933, il partito nazionalsocialista prese il potere in Germania.

Su National Geographic HD venerdì 26 gennaio andrà in onda alle 20 “Il diario di Anna Frank”. Il racconto di un simbolo della Shoah si interrompe pochi giorni prima della sua cattura il 4 agosto 1944 e il documentario ripercorre quello che accadde dopo quel giorno. Anna Frank sopravvisse per 7 mesi tra gli stenti, prima nel campo di sterminio di Auschwitz e poi a Bergen-Belsen, per poi morire a poche settimane dalla liberazione.
Attraverso le voci di testimoni e di due compagne di scuola, si ricostruiscono gli ultimi terribili giorni di Anna prima della sua morte nel marzo 1945. LaF alle 22.30 di sabato 27 gennaio propone invece “Il nastro bianco”, film di Michael Haneke vincitore della Palma d'oro a Cannes, in cui il regista osserva l’età dell’innocenza
(negata) della generazione che farà trionfare in Germania il Nazismo, in una comunità senza speranza dove a rimanere è solo la violenza.

Anche su Sky Cinema il ricordo della Shoah non sarà limitato alla Giornata della Memoria. Sky Cinema Hits HD mette in campo sin da oggi una programmazione dedicata che culminerà sabato 27 gennaio. Stasera in prima serata “Il labirinto del silenzio”, seguito da “Conspiracy – soluzione finale”. Domani, 23 gennaio, sarà la volta di “Lo Stato contro Fritz Bauer”, seguito da “Il bambino con il pigiama a righe”. Mercoledì 24 gennaio in prima serata “Anita B.” e poi “Remember”. Venerdì 26, invece, l’Olocausto viene visto attraverso gli occhi di un bambino ne “L’ultimo treno” con Haley Joel Osment e Willem Dafoe. Durante la Giornata della memoria, il 27 gennaio, è prevista una maratona a partire dalle 12.

Sky TG24 HD celebrerà la Giornata della Memoria proponendo le immagini delle commemorazioni e un approfondimento sul Viaggio della Memoria, che ogni anno porta ad Auschwitz-Birkenau giovani studenti italiani, con il racconto dell’esperienza dei ragazzi. La programmazione speciale di Sky per “Il Giorno della Memoria” sarà disponibile anche su Sky On Demand e in mobilità su Sky Go.

Articolo scritto da: mediaComunicazione

mediaComunicazione

– News e Lavoro direttamente nella tua mail: Iscriviti alla newsletter
– Pubblica gratis un’offerta di lavoro nel campo della comunicazione: Clicca qui
– Segnala se questa posizione è chiusa: Clicca qui

mediaCommenti